Attualmente vi sono molte persone disagiate, svantaggiate, disoccupate a più livelli… l’agricoltura può avere un ruolo di aiuto molto importante, purché sia un’agricoltura che si occupi non solo di risanare l’ambiente ma che abbia nella sua filosofia il rispetto della vita psicologica e spirituale di ognuno di noi.
L’agricoltura Biodinamica da oltre 90 anni si occupa di come produrre cibi sani e salutari, di come migliorare e preservare la vita della terra; la grande particolarità di questo metodo agricolo è che tiene conto non solo dell’ambiente ma in particolar modo del rapporto Uomo-Natura. Il rapporto Uomo-Natura è una realtà che si può sperimentare tutti i giorni: la terra, le piante, gli alberi, gli animali, sono una vera propria terapia per l’uomo se affrontate con consapevolezza e serietà.

Da dove si può iniziare?
“Aiutare l’essere umano aiutando la terra…” è il tema per chi si avvicina a queste tematiche. Questo percorso conoscitivo si propone di affrontare una nuova visione della Natura e dell’uomo, sia dal punto di vista sensibile che sovrasensibile, per meglio comprendere i disagi psicologici ed interiori che affliggono l’uomo “moderno”; tale visione se viene affrontata dal punto di vista dell’Antroposofia ha dei risvolti pratici importanti. Lavorare la terra e prendersi cura del mondo naturale in questa visione ampliata, diventa una vera e propria forza terapica, di equilibrio e di benessere.
Queste brevi lezioni introduttive sono rivolte a chi coltiva la terra, ma in particolare si rivolge a terapisti, Naturopati, operatori di comunità, agricoltori, guide didattiche, dirigenti di aziende agricole, insegnanti, giardinieri, agli amanti del verde e a tutti quelli che lavorano per la Salute della terra e dell’uomo.
L’obbiettivo del seminario:
avere semplici direttive per imparare ad aiutare le persone disagiate, ed in questo caso a quasi tutte le persone, inclusi noi stessi, ma anche a persone un po’ più bisognose, come i disabili mentali, oppure per reintegro di tossicodipendenti, ex carcerati ecc..; ma senza dubbio trova la massima utilità nel creare un contato vero tra la natura ed i bambini; se i bambini sono i veri usufruitori di un contatto vivente che negli anni è stato perso.
Vi invitiamo a partecipare.

Programma:

La Natura che cura l’uomo, l’uomo che cura la natura
– i rapporti uomo – Natura – ambiente – educazione
- l’ambiente e la Natura come coadiuvante a sostegno di una terapia medica
- la collaborazione tra terapisti e medici 
- dall’arte terapia all’orto-giardino terapia, esempi
La conoscenza profonda dell’essere umano
– L’azione del mondo vegetale sull’uomo
- l’azione del mondo animale sull’uomo
- l’azione del mondo umano (sociale ) sull’ambiente
- la Natura che cura
- perchè è necessario l’approccio con le piante e la terra
- le forze vitali nel vegetale
I Vari Modi di osservare la Natura
– L’osservazione materiale, vivente e sovrasensibile
- i vari punti di vista nell’osservare un fenomeno naturale
Il ciclo stagionale dell’anno, ritmi e lavorazione come esperienza interiore e di conoscenza
– L’inspirare e l’espirare della terra e lo stato di coscienza umana
- il ruolo delle stagioni sulle qualità dell’anima
- il nutrirsi dei fenomeni naturali
- unirsi coscientemente con la terra
La “centratura ” quando si lavora con la terra e le piante per una sana vita interiore
– la necessità della coerenza nella vita
- l’uso improprio della tecnologia, anche nel giardino…
- lo stato di presenza vigile
- il vivere l’ adesso come azione risanante
- il vivere il presente con la Natura
- la percezione pura come atto risanatorio
- esercizi di respirazione nel giardino e nell’orto

Lezioni pratiche, lavori pratici
– lavorare la terra, come, quando e perché
- la dinamizzazzione dei preparati biodinamici
- lavorare con le erbe infestanti
- l’uso degli oli essenziali
- decotti, infusi e macerati
Il ritmo vitale del giorno e della notte nella Natura e nell’essere umano
– L’azione del vegetale e dell’animale sull’essere umano
- la malattia nell’animale e nel vegetale, relazioni con lo stato di malattia e disagio interiore dell’uomo
- il principio indispensabile della salutogenesi
- principi terapici nella gestione del giardino
- l’azione degli aromi e degli oli essenziali come fonte terapica
La creazione di spazi verdi funzionali e terapici
– principi generali dell’agricoltura biodinamica
- cos’è un ecosistema biodinamico: un organismo vivente
- gli organi fondamentali di un giardino biodinamico
- dinamiche tra i diversi organi
- la progettazione di un organismo vivente biodinamico
- progettare secondo corpo, anima e spirito
- l’importanza dei sensi e delle loro metamorfosi per lo sviluppo armonico interiore
- l’importanza dei settenni e il rapporto con l’ambiente
- azioni dualistiche estreme nell’uomo e suoi riflessi sulla Natura, le forze di equilibrio e di benessere

I lavori nell’orto e nel giardino come aspetti terapici
– aspetti pratici del lavoro in giardino
- organizzare i lavori
- i ritmi del lavoro
L’azione terapica più potente: il sociale
– il sociale nel giardino e nell’orto
- l’azione dell’ego umano come forza distruttiva del sociale
- i rapporti di destino e la libertà umana
- annullamento dell’ego e il risveglio interiore per ricostruire il sociale
I nuovi condottieri del giardino terapico
– non più guerrieri ma condottieri…
- la motivazione alla vita e l’entusiasmo nel fare come fonte di benessere
Lezione pratica
la pasta per tronchi (pratica che verrà eseguita se ci sono degli alberi)
- metodi per entrare in un contatto cosciente con le piante: toccare e accarezzare le piante…
- osservare con la mente quieta
- potare con consapevolezza
- raccogliere con attenzione
- seminare, con la gioia della vita
- altro…