Euritmia

L’Euritmia, termine di origine greca che indica la bellezza derivante dall’impressione di armonicità delle parti (anziché dall’armonica composizione delle parti), è un’arte di movimento concepita da Rudolf Steiner e Marie Von Sivers, il cui obiettivo è tradurre le parole in gesti.

Non si tratta di danza nel senso comune del termine, piuttosto di passare dal piano invisibile a quello visibile, dal linguaggio verbale al linguaggio del corpo, tutto ciò con l’ausilio di uno strumento artistico, qual è l’Euritmia, che rende possibile visualizzare le leggi archetipiche del suono e del linguaggio.

Quando parliamo, vocalizziamo e cantiamo coinvolgiamo anche i muscoli degli arti e ciò permette di concepire il linguaggio verbale in un linguaggio di tipo ritmico: “Euritmia come parola visibile”.

La differenza sostanziale dalla danza sta nei movimenti che si effettuano, perché se la prima è una sorta di interpretazione soggettiva delle emozioni suscitate da un certo brano, l’Euritmia cerca invece di tradurre in movimenti corporei i moti trasmessi dal compositore.

    error: Contenuto protetto!

    PER NOI E' INDISPENSABILE INCONTRARCI VERAMENTE

    Hermes ama il caloroso valore della presenza

    Iscrizioni aperte per l'Anno Accademico 2022 che inizierà sabato 22 gennaio

    Prenota il tuo posto in classe!

    Presentazione nuovo Anno Accademico martedì 14 dicembre, ore 20:30 su piattaforma Zoom